Perchè dovresti seriamente prendere in considerazione l’idea di fare la tua birra con ingredienti da birra che hai scelto, al posto dei semilavorati e delle ricette predosate.

Quando ho imparato ad andare in bici il primo giorno ho usato le rotelle, poi le fatte smontare.

Tutti noi homebrewers abbiamo fatto la nostra prima cotta con un kit, ammettiamolo. E’ normale, quando fai la tua prima cotta non ci capisci proprio niente. Vuoi solo fare la birra, imbottigliarla e berla. Quando è bevibile hai raggiunto un traguardo davvero importante.

Successivamente non ti viene voglia di sperimentare? E’ un pensiero personale, più che un consiglio, perchè ognuno di noi ama porsi nei confronti del mondo in modo diverso. Fare la birra equivale a creare. Come in cucina.

brewing process

Ci sono ottimi esecutori che seguono le ricette in maniera zen creando ottimi piatti senza mai usare un grammo di fantasia: provano piacere nel creare sotto la guida della ricetta. Per loro sperimentare è preparare piatti secondo ricette altrui che trovano intriganti. Per me è noiosissimo. Mi affligge il tarlo della sperimentazione, dello studio dei processi e del disassemblaggio per comprendere le dinamiche. Questo ha portato i miei amici di cotta e me, dopo il mio primo paio di brewdays con kit (andate male, tra l’altro, usare i kit è difficile, perchè non ti fanno capire niente!) a sperimentare ed innamorarmi del metodo di homebrewing All Grain. Soddisfazione.

Per questo se senti che dentro di te brucia il fuoco della sperimentazione e della creatività e stai pensando di farti la birra o stai provandoci con i kit, siano essi marmellatoni, e+g (mai capito perchè li hanno fatti) o predosati All Grain, voglio condividere con te questi pensieri su quanto i kit siano CASTRANTI.

1 – Con i kit NON risolvi i problemi, li amplifichi.

Tutti sappiamo che i problemi principali degli homebrewers alle prime armi si basano su due aspetti

  1. Infezioni
  2. Difficoltà nel controllo delle temperature, dal quale scaturiscono gran parte delle problematiche delle birre: fermentazioni che si piantano, lieviti che impazziscono, birre instabili o difettose perchè non sono state al freddo oppure perchè hanno subito fermentazione con temperature troppo alte

Sbagliare un ingrediente della birra, se hai letto qualcosa prima di operare e hai un’idea di cosa stai facendo, significherà fare la birra un po’ troppo amara o con un sapore e colore diverso. Quando si inizia con l’All Grain non si ha esperienza in merito ad ammostamento e lavaggio ma questo non sempre compromette  completamente una birra. Contribuisce anzi a formare un’esperienza che altrimenti non si solidificherà mai. Chi non nota le differenze prodotte da diverse soste di ammostamento, come può capire come ammostare per raggiungere un determinato risultato? Idem per le problematiche post-ammostamento, la ricomposizione e il lavaggio.

Infezioni
Utilizzare grani + luppolo (All Grain), Estratti + Grani + Luppolo (E+G) o Estratti marmellatosi (kit per ultra-principianti) nei confronti dei batteri non fa davvero nessuna differenza. I batteri non lo sanno. Anzi, se usi un marmellatone in scatola e sulle istruzioni non c’è nemmeno di scritto di bollire il mosto, la carica batterica non può che essere superiore.

Temperature
Come sopra. Il lievito sa di esser stato tuffato in un mosto a 30°C fatto con grani scelti, macinati ed ammostati con amore e dedizione o con un estratto della peggior specie. Sa solo che fa un gran caldo, troppo.

2 – Con i kit e le ricette preconfezionate non impari a fare la birra.

Le ricette normali (All Grain) non ti lasciano capire nulla: ti dicono che soste fare, quali malti, quanti e che dosi di luppoli utilizzare. Riportano le soste di ammostamento su 2 assi: temperatura e tempo. Ti dicono che lievito utilizzare.

Cos’hai imparato? La tecnica, ma l’avresti imparata anche se avessi fatto una semplice golden ale con tutto pale e un luppolo, però da solo.

Con 1 solo malto, un solo luppolo e un solo lievito puoi fare infinite birre. Invece leggo sui forum di homebrewers che utilizzano 6o7 tipi di malto nella stessa ricetta, luppolature che nemmeno Poretti (e non in senso buono), lieviti incredibili. Si passano le ricette tra di loro, sempre più complicate. Perchè alla fine anche loro cercano la sfida: sì, nella complicazione tecnica.

Se segui il mio consiglio e vuoi imparare a farti una birra con le caratteristiche che vuoi, la scelta All Grain (cioè normale).