Allaboutbeer.com ha pubblicato recentemente questa infografica che mostra quali sono le qualità di luppolo più coltivate, dove lo si coltiva e quanto.

La traduciamo (sotto) per chi non sa l’inglese 🙂

Hops-Infographic-36-5

  1. GERMANIA : 34000 tonnellate di luppoli Hercules e Perl
  2. USA: 33266 tonnellate. Il luppolo più coltivato è il Cascade.
  3. Cina: 7000 tonnellate di Tsingtao, prevalentemente
  4. Repubblica Ceca: 5500 tonnellate. Varietà più coltivata: Saaz
  5. Polonia: Si coltiva parecchio Magnum. Quantità totali: 2079 ton.

Dati interessanti

  • Negli USA sono aumentate le coltivazioni di luppoli da aroma (gli USA producono birre artigianali e semi/industriali in quantità elevatissime, con tantissima ricerca e sviluppo su nuove birre ed evoluzione degli stili) mentre in Germania dove contrariamente a quanto si pensi c’è molta più chiusura, si sta virando gran parte della coltivazione verso l’Hercules.
  • Lo stato di Washington è il maggior produttore di Luppolo in tutti gli Stati Uniti (oltre il 70% nel 2015)
  • Nell’emisfero australe i maggiori produttori di luppolo sono l’Australia (1079 ton), Nuova Zelanda (solo 765 ton: ecco perchè non c’è mai Nelson Sauvin in giro! 🙂 ), Sud Africa (820 ton)
  • Il luppolo deve essere lavorato a mano nel momento in cui lo si guida per avvolgere le guide in senso orario  (è un rampicante) e questo costituisce la maggior parte dell’intervento umano nella coltivazione.
  • Il luppolo è soggetto ad infestazioni da parte di afidi e malattie. Le afidi ed un’altra comune malattia, la muffa polverosa, ne riducono le dimensioni dei fiori. Ci aspettiamo quindi che nel nostro pellet, purtroppo, ci siano anche parecchie sostanze chimiche?

Coltivazione

Nel nostro emisfero il luppolo viene piantato in Maggio ma è raro che la sua produzione sia elevata entro il secondo anno. Il raccolto avviene da Agosto a Ottobre

Luppoli Italiani

italianhopscompany4

In Italia si sta iniziando in questi anni a coltivare il luppolo in maniera intensiva e professionale. Un’importante coltivazione di luppolo è partita attraverso una start-up che abbiamo visitato lo scorso anno, la Italian Hops company che veda la collaborazione dell’Università di Parma.

Anche Baladin sta iniziando a coltivare autonomamente il luppolo per le proprie birre. E’ previsto che sia completamente autonomo nel 2018.